Seconda Dominica del Quaresima

 

Trasfigurazione del Signore

transf

(Genesi 12:1-4; 2 Timoteo 1:8-10; Matteo 17:1-9)

Oggi, vediamo la trasformazione di Gesù. Gesù Sali sulla montagna con Pietro, Giovanni e Giacomo. Questo era sesto giorno dopo episodio della professione di fede di Pietro. Sie Figlio di Dio! Matteo era molto preoccupato a citare antica testamento. Troviamo Sesto giorno nella storia di Mosè sul Monte Sinai. Troviamo anche l’umbra che stato sul Monte Sinai questi sei giorni. Nel vangelo di oggi, Matteo citando anche nube dove viene la voce di Dio. Il volto di Gesù anche illuminato come il volto di Mosè quando scendevo Monte Sinai.

Nel questo episodio della trasfigurazione, i discepoli visto Mosè e Elia accanto a Gesù. Mosè ripresenta la legge e Elia ci presenta il profeta. Loro venuto a firmare tutte le cose che Gesù era e fa.

Dopo la bella esperienza, Pietro chiede Gesù di accettare a costruire i tre tabernacoli perché loro no vogliono lasciare questa bella esperienza. Ma Gesù comanda di andare a vivere nel mezzo dei sofferenze, con i malati, i disabiliti, con i carcerati, con le miserie, con i fame, con nudi, con i peccatori, con i rifugiati.

Dopo la esperienza nel montagna, Gesù scendendo per vivere con coloro che soffrono. Anche noi già chiamati a fare elemosina ai nostri cari fratelli che hanno bisogni. Come Abramo, lasciamo i conforto delle nostre casa o patria, andiamo con fede nell’altra patria di coloro che soffrono, non sola fisica ma anche con cuore piena di carità. Non preoccupati che dobbiamo fare ma Dio ci aiuti.

Riflettiamo del sette opera della misericordia; dar da mangiare agli affamati e bere agli assetati non dire io sono povero non ce pasta o acqua ma sei mangia e bevi vino tre volte a giorno quando ce coloro che non hanno un mela o saliva per pranzo! Dar da vestire gli ignudi non dire non ce lo quando nel tuo guardaroba hai un giacca non hai indossato per due anni e ce genti che non hanno la camicia o camicetta. Alloggiare i pellegrini non dire a costruire la mura non solo fisica ma anche nel cuore. Ce le persone che mancano la coperta. Visitare gli infermi e i carcerati non dire io non lo conosco perché noi siamo figli di unico Dio, siamo umana. Nel’ultimo, seppellire i morti perché anche noi non possibile a fare il nostro quando moriamo.

Gesù e Emanuele, Dio con noi. Gesù e la, mezzo ai soffrenti. Andiamo a cercare li. In verità vi dico: tutto quello che avete fatto a uno dei più piccoli di questi miei fratelli, l’avete fatto a me…. ciò che non avete fatto a uno di questi più piccoli, non avete fatto a me. (Matteo 25.40, 45).

L’elemosina e uno dei quarto elementi del Quaresima.

Santa Teresa di Gesù Bambino, prega per noi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s